Vademecum per sopravvivere nella metro di Roma (alcune linee guida)

Regole d’oro del pendolare che “usufruisce” della metro a Roma:

1)Mai mettersi dietro a un gruppo di cinesi.
Sono troppo ligi, troppo ordinati e camminano lentamente.
Se poi c’è pure la guida è la fine.
Mostrerà loro anche i buchi dell’aria condizionata.
E loro faranno tante foto.
Io, in quanto pendolare Romana, devo correre per sopperire ai ritardi che mi fanno i treni.
Soluzione? Buttarli giù’ come il “go down” ( avete presente quel gioco dei mattoncini che in sequenza vanno giù?)

2)Mai dico mai mettersi dietro a uno col trolley.
Si rischia dal taglio delle dita dei piedi, all’incidente a reazione a catena.
Perché è un classico che dopo la falcata alla Bolt si blocchino per prendere la valigia dal manico per portarla sulle scale mobili.
E così ti ritrovi un trenino di gente sulle spalle.
Soluzione? Vigilare e appena si ha la visione o il rumore di un trolley a distanza dribblare…

3) Evitare i teenager pomicioni sulle scale mobili.
Perché in un impeto d’amore potrebbero aggrovigliarsi anche a voi.
E poi non si accorgono mai che la scala mobile sta per finire e te li trovi appallottolati che rotolano tipo bacarozzi che non riescono a rialzarsi.
Soluzione? Farli lasciare e urlare “Ma eri tu che ti sleccazzavi una bionda sul tram?”

4)Il mercoledì c’è l’udienza papale.
Ci sono i pellegrini da tutto il mondo.
I boy scout, le suore… Gente, gente e gente.
Poi tutti sereni e “illuminati” che cantano canzoni sulla fratellanza e io no… Di mattina alle 7 non sono sorella di nessuno e anzi spostatevi che c’ho fretta.
Soluzione? Prendere ferie tutti mercoledì da qui alla pensione.

E quando il vostro viaggio sarà giunto al termine e come un beduino vedete il tornello come un’oasi del deserto…..attenzione che zac! Vi farete un male boia.
Il tornello sta altezza inguine e si passa a 100km all’ora.
Sappiate che 98 volte su cento il tornello è bloccato.
Ho visto scene che voi umani…
Gente piegata dal dolore che improvvisamente parla aramaico.
Il restante 2 per cento invece sono le volte che i manici delle borse e/o degli zaini si incastrano.
Tu passi a meteora ma torni indietro ad effetto rimbalzo.
Belle scene.
Soluzioni?
Saltare come l’omino “dell’olio Cuore” con la stessa agilità e sorriso.

Ecco dopo aver divulgato i segreti mi sento una persona migliore.
Sono cose importanti.
Per i ringraziamenti mandate piante a casa grazie.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Baslafritta pensiero e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...