Pink monday night fever

Febbre alta, altissima.
Sale e non scende mai.
Vederlo tremare, vederlo intontito.
Via al pronto soccorso pediatrico.
In piena notte.
Vecchie immagini, vecchi ricordi, vecchie paure, vecchi fantasmi.
Riaffiora tutto.
Ma non ci si può pensare ora.
E via al triage.
Analisi, visite, l ‘osservazione.
Solo una brutta influenza.
E dopo quelle parole, “risvegliarsi”dal trance dell’emergenza.
E mentre Lui dorme osservi quel Tappo che è davvero la tua vita, guardi il Marito che la vita ha reso un po’ stanco e un po’ pensieroso….
E poi ..spalancare gli occhi.
Ma …davvero?
No ..fa che sia il sonno..
E invece si!

Ecco come si è aggirato un padre di famiglia di quasi quarant’anni per un pronto soccorso pediatrico:

20121211-121526.jpg

(T-shirt blu da donna con scritto a caratteri cubitali rosa elettrico “I’m a beach girl”
GLITTERATO.. Signori.. GLITTERATO.
Con tanto di palmette di decorazione…Adoro)

Ora capisco perché la pediatra ci guardava allibita..

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Baslafritta pensiero e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Pink monday night fever

  1. bioro76 ha detto:

    Intanto un abbraccio al Piccolo Commendatore dagli zii… cavolo che paura però… Non c’è che dire, il Marito non si smentisce mai. FAVOLOSI. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...