Come oggi

E poi arriva “quel giorno”.
Quando solo eri in pancia ci dicevamo:”Vedremo il suo primo sorriso, sentiremo
la sua prima parola,
l ‘accompagneremo il primo giorno di scuola e gli insegneremo ad andare in bicicletta senza rotelle.”
Oggi è successo ed è stato più di correre libero con la bici.
Io non lo scorderò mai.
Vorrei che la tua vita fosse proprio così.
Tu, felice di crescere.
Tu che ci provavi.
Tu che cadevi.
Tuo padre che correva accanto a te per sostenerti ed incitarti;tu eri il protagonista, lui ti stava accanto solo per rendere la tua caduta meno dolorante.
Io pronta a tifare per te, per consolarti e farti rialzare.
E poi d ‘improvviso hai preso il via.
Noi “grandi” ci siamo guardati e parlati solo con un sorriso complice ed orgoglioso!
E tu hai sospirato e hai detto “Ce l ho fatta! Cammino da solo!”
Si, stai camminando da solo.

Annunci
Pubblicato in Baslafritta pensiero | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Disquisendo di valigie et cose inutili

Tra pochi giorni ci sarà il grande ritorno in terra natìa paterna.
Tutti in Tunisia.
Lo gnomo lo racconta a tutti.
Non vede l’ora di andare a visitare Cartagine “Dove i Romani hanno sconfitto per uno a zero i Cartaginesi!” (“Ma amore non era una partita di calcio!”)
Come sempre ho il comando sulle valigie.
Una grande tragedia visto che io non le so proprio fare.
Ormai è risaputo:porto solo cose inutili.
(“Dai!l’ombrello in Tunisia con 27 gradi.. Non si sa mai!”)
È rimasta storica quella volta che ho portato per il consorte 30 paia di mutande per una settimana.
Si è anche un po’ offeso perché forse pensava che gli augurassi una diarrea fulminante.
La situazione è catastrofica.
Valigie aperte, vuote; vestiti che girano a rotazione.
Io lavo in maniera compulsiva qualsiasi cosa ripetutamente.
Il GentilConsorte mi guarda col sopracciglio alzato un po’ in cagnesco, il GentilFiglio ha riempito valigie di giochi (ha ripreso da me).
Insomma ho ancora tempo per mettere il maglione di lana e l’impermeabile.
Capisco la Regina Elisabetta quando si porta 800 valigie!
“Betta, farei come te ma nella cappelliera non mi entra nulla!”
Passerò quattro giorni a fissare l’armadio poi i giochi saranno fatti.

Pubblicato in Baslafritta pensiero | Contrassegnato , , | 2 commenti

#solocosebelle

C’è il sole.
Andrea ha iniziato la giornata con le coccole e sorrisi.
Io ho la collana colorata.
Ho con me la macedonia con le fragole.
Ho comprato la lavanda da piantare in giardino.
Da Aprile voglio che la mia vita sia accompagnata da un hashtag: #solocosebelle.
Perché la felicità sono le semplici cose di cui si è circondati!
Buona giornata!

Pubblicato in Baslafritta pensiero | Contrassegnato , | Lascia un commento

Per pochi minuti

Sul treno: marito e moglie di circa ottant’anni.
Riporto letteralmente il dialogo tra la reincarnazione della Sora Lella e di Alberto Sordi.
Tratta Roma- Ladispoli, versione anni ’60.
“Pino c’ho sete .. Bevi?”
“No! Se hai sete tu, bevi tu!!!”
“Pino per saziarmi (!) devo bere attaccandomi alla bottiglia che il bicchiere non fa”
“Ora chiamo al telefono quella antipatica che aggredisce tutti capito Pino?”
“Si Marì chiama chi ti pare..”
“Chi vole ‘na caramella? (Indirizzandosi a tutto il treno) Ma daVero nUn vE piaCiono le caramelle? (Con aria incredula)”
“Marì sta bbbbona. Se nun je va’ , nun je va!”
“Uh no!Parte il treno.. Pino hai letto bene che era per Civitavecchia?”
“Si Maria, si…”
“Devi sta attento a Ladispoli che ti pizziCHEno le zanzare.
Lì ce l’hanno grosse e affamate!”
“Marì ma tutte a me me devono pizzicà ste zanzare?”
“Quanti viaggi che ho fatto su sto treno attaccata alla gonna di mia madre… Certe zanzare Piné…”
“Eeeeh immagino Maria…”
“Dai che andiamo a prendere l’aria bbona e Pino ti vengono i rossi che sei bello!”
“Maria!”
“Uh questa è la fermata del gabinetto a pagamento.. Ma ti pare che io devo pagare uno per farla?Prima non era così .. Ma ti pare?”
“Eeeh Marì ormai il mondo va a rotoli..”
“Si ma infatti me la tengo Pì.. Fino a che non ce la faccio”
“Marì nooo che te fa male!”
“Pino mio, guarda già che verde (passiamo una selva di canne secche).So grossi!!!”
“Si Marì!”
“Ostiense.. Siamo a Ostiense ci passo da 53 anni, mi ricordo mio padre che ci aspettava qui. Tutto ben vestito in divisa, poro Papà. Mamma con noi figli, con la sua gonna larga.
Io che giocavo con una bambola fatta di stracci.
Le mie sorelle attaccate al finestrino che ricercavano Papà nella stazione.
Pino mio… Papà era un principe.
Con quel sorriso.
Se chiudo gli occhi Pì me lo vedo ancora.
Però anche tu Pì…”

Poi sono salite poche persone, cellular-munite.
Chi parlava di comprare omogeneizzati, chi parlava dell’esame appena dato all’Università, chi lavorava.
Non sono riuscita più a sentire nulla.
Un gran peccato.

Pubblicato in Baslafritta pensiero | Contrassegnato , , | 2 commenti

Porta orecchini e porta collane da parete fai da te

Hai la casa più piccola del fungo di puffetta?
Possiedi orecchini a josa?
Sono sparsi per casa e li ritrovi casualmente mentre spolveri -per finta ovviamente-?
Le collane te le ritrovi appese al lampadario? O sono tutte nascoste in un sacchetto che non tiri mai fuori perché..LaMattinaVadoPerDueMicaMiPossoMettereACercareLeCollaneEh!
Non hai un posto dove metterle perché la tua camera è stracolma?
Fai come me, inventati un porta orecchini e un porta collane da parete fai da te! (Si chiama anche forza della disperazione…)
Prendi una tendina di bamboo (3€ da Leroy Merlin).

20140331-223933.jpg
Anche 3 canne di bambù (io le avevo già) e un cordoncino.
Per il porta orecchini: tagliare la tenda della misura che si vuole, intrecciare il filo e mettere il bambù all’inizio e alla fine per rifinire un po’.
(Usate un po’ di immaginazione e create pure voi alternative!).
Mettere il cordoncino e attaccare al muro.
Et voilà:

20140331-225113.jpg
Per il porta-collane prendete il bambù rimasto, legate il cordoncino ed ecco il risultato finito :
>

20140331-225321.jpg
Sono un genio!!

Pubblicato in Baslafritta pensiero | Contrassegnato , | Lascia un commento

Senza speranza

Sul treno.
Un papà con il suo bambino.
Lo accarezza, ci gioca, hanno sguardi complici.
“Dov’è il piedino?Dov’è?Eh?”
“Sei l’amore di papà? Eh?”
E il bimbo lo guarda, ride, lo cerca, lo abbraccia.
E non c’è niente da fare: un uomo e un bambino soli, fanno tenerezza….
Mezzo treno girato a guardare l’Amore, quello con la A maiuscola.
Love is in the air.
Cuori colmi d’emozione.
Ci ricordiamo cosa vale davvero nella vita quando….
L’Uomo esclama:
” Mhmmm che caccolona! Sei un caccolero!!! Hai le scaccols di
mamma! Bello caccolero d’oro di papà tuo!”
La mia vicina di sedile, 80anni suonati mi guarda e mi fa:
“Mi dia retta a me.. Sono tutti uguali!”

i

Pubblicato in Baslafritta pensiero | Contrassegnato | Lascia un commento

È freddo.

Ritornato il freddo.
Mio figlio che è un ragioniere travestito da seienne, appena sveglio, ancora imbambolato dal sonno, scende dalle scale e da’ la sua visione della situazione.
Alle 7.00 di un mattino:
“Io proprio non capisco…
-scuotendo la testa e reggendosi la fronte con la mano- …Lo so che il naso, la bocca e le orecchie sono collegate, ma io proprio non capisco…
La terra gira su se stessa e intorno al sole…Io proprio non capisco…”
Io.
Sguardo allibito.
“Amore intendi che hai dolore e non capisci bene se all’orecchio,gola o naso ….perché è ritornato stranamente il freddo?????”
“Si mamma!”

Pubblicato in Baslafritta pensiero | Lascia un commento